Comunicati Stampa

Un approccio professionale all'offerta turistica. Budoni attiva un destination management office


Il comune della costa nordorientale della Sardegna ha deciso di dotarsi di un team di esperti per valorizzare e mettere a sistema le proprie offerte turistiche. Primo passo: un ciclo di webinar destinato agli operatori del territorio che partirà nelle prossime settimane


Budoni (SS), 23 aprile 2021 - Attrarre i flussi turistici e superare la concorrenza internazionale sempre più agguerrita richiede un approccio professionale per evitare scelte improvvisate, infruttuose ed economicamente svantaggiose. Sono le considerazioni che hanno spinto il Comune di Budoni, sulla costa nord-orientale della Sardegna, a fare una scelta che ancora pochi hanno fatto: dotarsi di un organismo di destination management capace di guidare la pianificazione dell'offerta turistica e migliorare quindi le esperienze degli ospiti della località.


“La nostra esigenza – spiega il sindaco di Budoni, Giuseppe Porcheddu – è di poter avviare una progettazione strategica della destinazione in chiave turistica. Per farlo, abbiamo scelto quindi un team di professionisti con esperienze internazionali”.


A guidare le attività del gruppo di lavoro da Budoni ci sarà Alessandro Fiore, giovane manager cresciuto nella Trentino School of Management che ha seguito progetti di sviluppo turistico ed enogastronomico per Dolomiti Paganella, Madonna di Campiglio e Piana Rotaliana, oltre che per strutture ricettive della riviera ligure e per rinomate destinazioni della costa toscana e dell’entroterra piemontese.


“L'obiettivo del team di lavoro che ho l'onore di guidare – spiega Fiore – è di valorizzare le proposte che Budoni offre, porle a sistema e farle al tempo stesso conoscere agli ospiti attuali e potenziali. È un percorso che potrà essere sviluppato nel medio periodo, con una serie di passaggi successivi. Ma fin da subito vogliamo coinvolgere tutti gli attori del territorio per iniziare a ottenere i primi risultati già da questa estate”.


Il percorso in particolare prevede di mettere a sistema le tante offerte turistiche del territorio – strutture ricettive, proposte enogastronomiche, esperienze ambientali, attività marine e nell'entroterra – costruendo una rete tra operatori e trovando inoltre dei metodi efficaci per comunicarle. In particolare, l’attenzione sarà rivolta allo sviluppo dell’ecosistema digitale, in grado di ispirare e informare l’ospite sulle opportunità di vacanza, la riqualificazione della segnaletica turistica in una logica di destinazione, la progettazione flessibile di iniziative estive, oltre ad una progettualità di medio-lungo periodo per rendere la località più accessibile e sostenibile.


Il primo passo ci sarà già a maggio: è infatti previsto un ciclo di webinar dedicato agli operatori del territorio per supportarli nel miglioramento e valorizzazione della propria offerta turistica. Il primo ciclo di incontri è previsto per il 10-11-12 maggio, il secondo dal 17 al 20 maggio. Agli incontri interverranno alcuni tra i maggiori esperti italiani di turismo. Il programma e le modalità di partecipazione saranno a breve comunicate agli operatori interessati.


“Spero che questo approccio evidenzi come da parte dell'amministrazione comunale c'è, rispetto al tema turismo, una visione strategica di lungo periodo” commenta Porcheddu. “Dotarsi di un destination management office è il primo tassello di tale approccio che sono certo porterà vantaggi all'intera nostra comunità”.