Comunicati Stampa

SCI, DOMANI NON SI APRE: “È L’ENNESIMO DURO COLPO PER LA MONTAGNA”

L'ordinanza del Ministero della Salute, seguita al parere del CTS, impone lo stop alla riapertura anche agli impianti di risalita collocati in fascia gialla. Pertanto, la skiarea Pontedilegno-Tonale domani non potrà aprire. Il direttore Bertolini: “Già venduti 7mila skipass. L'ennesima beffa unita al danno”



Ponte di Legno (BS), 14 febbraio 2021– Era tutto pronto per aprire domani mattina alle 8.30 dopo mesi di attesa. Tra gli operatori e gli addetti ai lavori c'erano emozione e trepidazione per poter accogliere di nuovo i tanti appassionati di sci, dopo aver lavorato alacremente per adeguarsi, in poco tempo e con precisione, alle regole previste dalle Linee Guida approvate dal Comitato Tecnico Scientifico appena pochi giorni fa. Ma il contrordine arrivato dallo stesso CTS e trasformato in ordinanza dal Ministro della Salute, rende vani tutti gli sforzi fatti.


“E’ davvero l’ennesimo duro colpo per la montagna” dichiara Michele Bertolini, direttore del Consorzio Pontedilegno-Tonale. “Non si discute la scelta, ovviamente la salute viene prima di tutto, ma il tempismo che ci ha fatto lavorare fino all’ultimo, impiegando energie e risorse per un nulla di fatto. Diventano ora più che mai indispensabili i ristori per un settore che rischia di non riuscire più a rialzarsi. La montagna e i suoi abitanti non meritano questo”.