Inverno 2019-2020 a Pontedilegno-Tonale: non solo piste da sci.

Disporre di piste da sci è indispensabile ma da sole non bastano per una settimana bianca perfetta. Per la nuova stagione invernale, il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha così in programma molte iniziative per andare incontro ai diversi tipi di pubblico. Tra gli eventi, oltre che sul confermatissimo Ice Music Festival nel teatro-igloo sul Ghiacciaio Presena, occhi puntati sull'Adamello Ski Raid e sui campionati assoluti di sci.

Ponte di Legno (BS) 2 dicembre 2019 – Complici le straordinarie nevicate novembrine che hanno messo in azione la macchina organizzativa, la stagione invernale nel comprensorio Pontedilegno-Tonale è già iniziata da qualche settimana. E l'inverno 2019-2020 sarà foriero di grandi novità, che saranno presentate sabato 7 dicembre a Ponte di Legno nel tradizionale WINTER OPENING PARTY, con la straordinaria partecipazione di Nek. Il party prenderà il via con dj set alle ore 17 in piazza XXVII Settembre, dopo la sfilata delle auto storiche della Coppa delle Alpi che concluderanno proprio qui, a Ponte di Legno, la loro gara. La serata sarà presentata da Laura Basile di Radio Number One. Parole d'ordine del comprensorio: offrire servizi ed eventi di alto livello, da abbinare alla tradizionale vacanza sugli sci. Un modo per venire incontro alle esigenze e alle passioni di chi non vive solo sulle piste. “Per gli appassionati dello sci alpino, ovviamente, i 100 chilometri di piste del Ghiacciaio Presena, Passo Tonale, Ponte di Legno e Temù sono un'attrazione irrinunciabile. Ma la customizzazione dell'offerta e dei servizi turistici è essenziale per attrarre diversi tipi di pubblico e rendere ogni momento della settimana bianca sempre più indimenticabile” spiega Michele Bertolini, consigliere delegato Consorzio Pontedilegno-Tonale.

Ecco perché il consorzio Pontedilegno-Tonale ha messo a punto una serie di iniziative in grado di aumentare l'appeal del territorio, enfatizzandone i molti punti di forza.

SUL GHIACCIAIO PRESENA TORNA L'ICE MUSIC FESTIVAL

I numeri dell'edizione numero 1 sono stati talmente positivi che un evento del genere non poteva non essere confermato: dal 4 gennaio torneranno i concerti dell'Ice Music Festival. Oltre 50 appuntamenti con la musica rock, pop e classica eseguiti con 16 strumenti di ghiaccio all'interno di un teatro-igloo da 300 posti realizzato dall'artista americano Tim Linhart. Di altissimo livello il programma dei musicisti che interverranno.

Ma la novità di quest'anno è che la musica sarà affiancata da altre arti: una mostra di sculture di ghiaccio dell'artista Ivan Mariotti accompagnerà gli spettatori dall'arrivo della cabinovia Paradiso fino all'EQ Ice Dome (che prende il nome dal nuovo brand 100% elettrico di Mercedes). Inoltre, la domenica si terranno degli spettacoli teatrali, realizzati in collaborazione con il museo delle Scienze di Trento (MUSE), musicati dal vivo con gli strumenti di ghiaccio, per illustrare in modo originale l'impatto dei cambiamenti climatici sul territorio alpino. Gli spettacoli si alterneranno con l'ICE PUPPETS SHOW, evento in prima mondiale. Protagoniste: delle marionette di ghiaccio che saranno animate dal puparo siciliano Mimmo Cuticchio, uno dei maggiori interpreti viventi.

PROMOZIONE TURISTICA DA BERE: ECCO IL COCKTAIL PRESENA

Tre parti di Gin, una di Genepy della Valle Camonica, una di Amaro camuno alle erbe e una di sciroppo di agave. La promozione turistica finisce nel bicchiere. Il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha lanciato un nuovo cocktail, frutto del genio del barman Adrian Cristian. Si chiamerà Presena e sarà servito nei bar dell'area sciistica nella stagione invernale 2019-2020. Un modo originale e divertente per far conoscere le eccellenze del territorio.

SOSPESI NEL VUOTO SOPRA BOSCHI E PISTE

Per gli amanti dell’avventura, il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha deciso di inaugurare questo inverno l’innovativa railzip, frutto di un investimento da 700mila euro da parte della SIT (Società̀ impianti turistici): un’esperienza estremamente emozionante che rimarrà̀ impressa in chi la proverà̀.

La partenza è posizionata presso la stazione di partenza della seggiovia Casola e l’arrivo presso la partenza della seggiovia Valbione. Lo sviluppo complessivo supererà ampiamente il chilometro di lunghezza: 1.291 metri per la precisione. Un dislivello di 250 metri e una pendenza media del 20%. Durante la corsa, che potrà̀ essere effettuata da soli oppure in due, lo sguardo potrà spaziare sul grazioso paese di Ponte di Legno e sulle maestose cime che lo abbracciano. «A differenza di altre avventure estreme, la railzip è per tutti: grandi e piccini» spiega Matteo Sanguineti, ingegnere della Fly Emotion. «Non necessita di particolari abilità o di una preparazione fisica e anche i bambini, rispettando i limiti di peso indicati, potranno tranquillamente partecipare da soli oppure accompagnati da un genitore».

ADAMELLO SKI RAID: LA SFIDA PER GLI ATLETI ESTREMI

Ai comuni mortali, un percorso del genere fa tremare i polsi: più di 8mila metri di dislivello (4mila in salita e 4380 in discesa) per gli uomini, 7500 per le donne per un tracciato che si snoda su un percorso di alta montagna lungo 48 chilometri, cosparso di difficoltà alpinistiche. Lo scenario? Paradisiaco ma proibitivo: le nevi e i ghiacci del Ghiacciaio Presena e del Monte Adamello. Proprio da quest’ultimo, prende il nome la sfida che il 18 aprile prossimo richiamerà al Tonale e a Ponte di Legno migliaia di appassionati: Adamello Ski Raid. La competizione è talmente suggestiva da essere stata inserita nel calendario ufficiale Grande Course, il circuito delle gare più belle e spettacolari dello scialpinismo mondiale: un olimpo di appena 6 eventi, selezionatissimi, fra Alpi e Pirenei. 

AL TONALE LE STAR DELLO SCI TRICOLORE

L’ultima settimana di marzo è una di quelle da segnare in rosso nel calendario degli appassionati di sci: le piste più tecniche del Tonale e di Ponte di Legno prenderanno il testimone da Cortina d’Ampezzo per l’appuntamento più importante per lo sci nazionale: la FISI (Federazione italiana sport invernali) ha infatti scelto la località a cavallo tra Alta Valle Camonica e Alta Val di Sole, insieme alle piste della ski area Pejo3000 per ospitare l’edizione 2020 dei Campionati italiani assoluti di sci alpino.

La cartella stampa INVERNO completa – in word e pdf - è disponibile al seguente link:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZROFmkZ4cBHgpAPGkhIbFyTg2TUk0buWbUX

Un’ampia selezione di immagini è disponibile a questo link:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=XZDBsmkZF5wkJJEqm0mFxX30NVMmEJBeG37y

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

2-12-2019
Sostenibilità in pista, kermesse musicali “estreme”, competizioni, divertimento Tutte le novità della stagione invernale 2019-2020 in Val di Sole

Una lunga serie di iniziative attendono i turisti che accorreranno durante i prossimi mesi invernali in Val di Sole. Tra le più importanti: il comprensorio di Pejo prima ski area plastic free al mondo, consigli per sicurezza in pista stilati dai Carabinieri della Val di Sole e le regole per la tutela della fauna selvatica dalle attività fuoripista a cura del Parco Nazionale dello Stelvio. Tra gli eventi, ai confermatissimi l'Ice Music Festival sul Ghiacciaio del Presena e ai Presepi di Ossana si affiancano i campionati assoluti di sci alpino al Tonale e in Val di Pejo

Malé (TN) 2 dicembre 2019 – È una stagione invernale di grandi novità e best practice positive quella che ha organizzato la Val di Sole per il 2019-2020. Parole d'ordine: sostenibilità ambientale, eventi musicali “estremi”, entusiasmanti competizioni sportive e un pacchetto di iniziative per quanti non considerano la vacanza in montagna solo come sinonimo di piste da sci.

Per gli appassionati dello sci alpino, ovviamente, i 270 chilometri di piste dei tre comprensori Folgarida-Marilleva, Pejo e Pontedilegno-Tonale sono un'attrazione irrinunciabile: grazie alle nevicate degli ultimi giorni, le piste sul ghiacciaio Presena sono state già aperte in anticipo sabato 9 novembre. Nelle prossime settimane, saranno seguite da tutte le altre: Folgarida-Marilleva il 5 dicembre; e Pejo3000 il 6 dicembre.

A PEJO, LA PRIMA SKI AREA PLASTIC FREE AL MONDO

Proprio la Val di Pejo attende i turisti con una novità letteralmente unica al mondo: è infatti la prima ski area plastic free al mondo. Un obiettivo ambizioso, che verrà implementato in più tappe ma che già da quest'anno porterà novità significative: addio alla plastica monouso nei rifugi, niente più stoviglie, bicchieri, cannucce o monodose di salse varie che vengono consumate in grande quantità ogni giorno. E una puntuale campagna di sensibilizzazione verso gli sciatori per fare in modo di costruire un turismo invernale sempre più attento a ridurre il proprio impatto sull'ecosistema alpino.

SUL GHIACCIAIO PRESENA, TORNA L'ICE MUSIC FESTIVAL

I numeri dell'edizione numero 1 sono stati talmente positivi che un evento del genere non poteva non essere confermato: dal 2 gennaio torneranno i concerti dell'Ice Music Festival. Oltre 50 appuntamenti con la musica rock, pop e classica eseguiti con 16 strumenti di ghiaccio all'interno di un teatro-igloo da 300 posti realizzato dall'artista americano Tim Linhart. Di altissimo livello il programma dei musicisti che interverranno. La presentazione ufficiale si terrà il 29 novembre alle 12 durante una conferenza stampa a Milano, alla Triennale.

Ma la novità di quest'anno è che la musica sarà affiancata da altre arti: una mostra di sculture di ghiaccio dell'artista Ivan Mariotti accompagnerà gli spettatori dall'arrivo della cabinovia Presena fino all'Ice Dome. Inoltre, la domenica si terranno degli spettacoli teatrali, realizzati in collaborazione con il museo delle Scienze di Trento (MUSE), musicati dal vivo con gli strumenti di ghiaccio, per illustrare in modo originale l'impatto dei cambiamenti climatici sul territorio alpino. Gli spettacoli si alterneranno con l'ICE PUPPETS SHOW, evento in prima mondiale. Protagoniste: delle marionette di ghiaccio che saranno animate dal puparo siciliano Mimmo Cuticchio, uno dei maggiori interpreti viventi.

SICUREZZA IN PISTA: DALLA VAL DI SOLE UN DECALOGO ANTI INCIDENTI

Inesperienza, sopravvalutazione della propria condizione atletica e contemporanea sottovalutazione dei rischi, scarsa preparazione ad affrontare gli imprevisti: secondo l’Istituto Superiore di Sanità, non meno di 30mila sciatori solo in Italia in una stagione invernale, sono vittime di incidenti sulle piste. I nuovi materiali che facilitano l'apprendimento e fanno sentire subito “bravi” aumentano il pericolo, perché spingono a considerarsi più bravi di quanto non sia in realtà. I Carabinieri che operano in Val di Sole le hanno così riunito una serie di “buone prassi” in un opuscolo destinato ai turisti: manutenzione degli sci, abbigliamento scelto, comportamenti in pista quando ci si ferma, si sorpassa o ci si immette da una pista in un’altra.

IL PRIMATO DELLA VAL DI SOLE: LA “RETE” DI RIFUGI-SPA OVER 2000 METRI

La Val di Sole ha un primato: può vantare 4 SPA realizzate in altrettanti rifugi tra i 1900 e i 3000 metri. Luoghi perfetti per fermarsi un secondo prima della chiusura delle piste, rilassarsi con panorami mozzafiato e rimontare per primi sugli sci, la mattina dopo. Un'esperienza entusiasmante per qualsiasi sciatore. Ma anche un toccasana per la salute, confermato dalle testimonianze di medici specializzati, come ortopedici, cardiologi e angiologi: un pit stop in una SPA (e meglio ancora all'interno di centri termali specializzati) è la forma di apres-ski più salutare per chi ha trascorso un’intera giornata sulle piste, soprattutto se a temperature particolarmente rigide.

FUORI PISTA RISPETTANDO GLI ANIMALI: LE 5 REGOLE DA SEGUIRE

Ciaspole, nordic walking, sci alpinismo: i numeri degli usi alternativi delle vacanze sulla neve sono in crescita. Ma così aumenta il pericolo di danneggiare gli habitat degli animali che popolano i nostri monti e che in inverno hanno già le loro difficoltà a procurarsi cibo, che è scarso e a basso contenuto energetico. L'interferenza umana quindi può essere in molti casi estremamente dannosa: «Quando un animale viene disturbato è costretto a fuggire. E la fuga fa consumare energia, bruciare risorse preziose e impedisce di mangiare regolarmente» spiega Fabio Angeli, direttore dell’Ufficio distrettuale forestale di Malé in Val di Sole. «In ogni caso, l’energia persa non può essere compensata perché gli animali non possono digerire nutrimento maggiore del fabbisogno normale». Le conseguenze? Difficoltà nella capacità riproduttiva, debilitazione, morte per sfinimento o per predazione. Come ovviare a tutto ciò? Bastano in realtà pochi accorgimenti, spesso però sconosciuti ai turisti. Gli esperti della Val di Sole hanno così deciso di stilare un elenco di 5 regole per evitare problemi: utilizzare solo tracciati segnati, non addentrarsi in zone di rifugio invernale per la fauna, non seguire le tracce degli animali, non inseguire mai la fauna selvatica e tenere il proprio cane al guinzaglio.

A PEJO E PASSO TONALE LE STAR DELLO SCI TRICOLORE

L’ultima settimana di marzo è una di quelle da segnare in rosso nel calendario degli appassionati di sci: le piste più tecniche dei comprensori di Pejo3000 e del Tonale prenderanno il testimone da Cortina d’Ampezzo per l’appuntamento più importante per lo sci nazionale: la FISI (Federazione italiana sport invernali) ha infatti scelto le due località trentine per ospitare l’edizione 2020 dei Campionati italiani assoluti di sci alpino. Dal 24 al 29 marzo saranno quindi oltre 300 gli atleti tricolori che prenderanno parte alle gare. Un’opportunità unica per ammirare in azione i più amati tra gli sciatori e le sciatrici italiane: al cancelletto sono attese Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Elena e Irene Curtoni, Nicol e Nadia Delago. Sul fronte maschile, a contendersi i titoli saranno Dominik Paris, Christof Innerhofer, Mattia Casse – che da quest’anno porterà sul casco il logo PEJO3000 (così come Elena Curtoni) – Manfred Moelgg, Strefano Gross, Luca De Aliprandini, Alex Vinatzer. Al Passo del Tonale si svolgeranno le prove di discesa e super G maschili e di discesa femminile. Invece, il Super G femminile, il Gigante e le prove tecniche saranno ospitate dalle piste Val della Mite e Saroden di Pejo. Novità di quest’anno, inserita nell’ultimo giorno di gare, la prova di parallelo.

OSSANA, IL BORGO DEI PRESEPI

Ormai l’appuntamento di Ossana con i suoi presepi ha conquistato l’attenzione nazionale e internazionale. Aumentare, di anno in anno, la quantità e la varietà delle opere esposte lungo le vie del borgo, è una sfida che sta unendo appassionati da ogni regione d’Italia. La scorsa edizione aveva portato nel borgo dell’alta Val di Sole oltre 1400 presepi, sparsi tra le vie più pittoresche, le case più tipiche (come la particolarissima Casa degli Affreschi, rarissimo esempio di casa medievale con pitture del ’400) e l’imponente scenario delle rovine del Castello di San Michele del XII secolo. Un’esposizione unica nel suo genere, premiata con 35mila presenze (+34% rispetto all’anno prima). Gli organizzatori per l’edizione di quest’anno, che sarà la numero 20, hanno in programma altre novità e supereranno i 1600 presepi. A realizzare le opere, come di consueto, sono singoli artisti, famiglie, scuole, associazioni di volontariato, usando materiali inusuali e impensabili (stoffa, legno, sementi, foglie di granturco, pastafrolla). Le novità dell'edizione numero 20 saranno ispirate alla sostenibilità: per fare dei presepi un veicolo che insegni a grandi e piccoli l'esigenza di ridurre la propria impronta ambientale. Inoltre, gli immancabili mercatini saranno plastic free.

VAL DI PEJO, A NATALE IL BOSCO SI TINGE D'INCANTO

Già di per sé un bosco all’interno di un Parco montano ha un fascino che lo contraddistingue in qualsiasi stagione. A Natale, nella pittoresca Val di Pejo, incastonata nel Parco Nazionale dello Stelvio, si aggiungono due boschi a quelli visibili tutto l’anno: a Cogolo e a Peio Fonti, vengono infatti realizzati due percorsi tra alberi natalizi di ogni foggia. Tradizionali, artistici e alternativi, realizzati con materiali poveri o di riciclo.

Ma non solo: il “Bosco incantato” è un fitto calendario di eventi, ideato dall’Ecomuseo Piccolo Mondo Alpino con la collaborazione del Comune di Peio e delle associazioni di volontariato. Ogni giorno, dalle 16 alle 19, i visitatori potranno assistere a concerti musicali, degustazioni, ciaspolate, laboratori per adulti e bambini, fiaccolate accompagnati dai maestri di sci. E ovviamente, ci si scalderà con bevande calde, alcoliche e analcoliche accompagnate da degustazioni di prodotti tipici.

CARTELLA STAMPA INVERNO (pdf-word)

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZuavYkZRmI45qiCluFKztJfprf4BRmDrOlk

Le foto della cartella stampa sono tutte disponibili su richiesta

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

2-12-2019
Ritmi, note e pièce teatrali nel ghiaccio Torna l’ICE Music Festival sul ghiacciaio Presena

Dopo lo straordinario successo dell’anno scorso, il 4 gennaio prenderà il via la seconda edizione della manifestazione che porterà decine di musicisti a esibirsi con strumenti rigorosamente di ghiaccio all’interno di un teatro-igloo da 300 posti nel comprensorio Pontedilegno-Tonale. Oltre ai due concerti a settimana, quest’anno spazio anche al teatro in chiave ambientale, cene di grandi chef e sculture di ghiaccio.

Milano, 29 novembre 2019 – Quando fu lanciata l’anno scorso, l’idea di portare su un ghiacciaio a 2600 metri di altezza musicisti di fama nazionale e internazionale per farli esibire all’interno di un teatro-igloo, utilizzando solo strumenti scolpiti nel ghiaccio era così originale da suscitare più di uno scetticismo. Invece, il successo ottenuto è stato talmente al di là di ogni aspettativa iniziale da aver trasformato la scommessa in una piacevole conferma per l’inverno ormai alle porte: il 4 gennaio prenderà quindi il via sul ghiacciaio Presena, tra Lombardia e Trentino, la 2a edizione dell’Ice Music Festival.

“Ad aver fugato qualsiasi dubbio è stata non solo la risposta entusiastica del pubblico (oltre 8mila spettatori per 52 concerti tutti sold out) ma soprattutto la reazione sbalordita e appassionata dei tanti musicisti che hanno preso parte al festival. Per loro, cimentarsi con strumenti di ghiaccio e giocare con sonorità particolari è stata una soddisfazione inattesa” spiega Corrado Bungaro, direttore artistico dell’Ice Music Festival. L’orchestra sarà composta da 16 strumenti a disposizione degli artisti: violini, viole, violoncelli, chitarre, un enorme xilofono e percussioni.

Il calendario prevede fino a marzo 2020 due concerti il giovedì e due il sabato. Gli appuntamenti del giovedì vedono la presenza della ParadICE Orchestra, una formazione di 7 artisti residenti, che proporranno al pubblico gli ICE CLASSICS MUSIC, i “classici” della canzone d’autore riletti in chiave classica, popolare e contemporanea. I concerti del sabato sono dedicati all’ ICE POP MUSIC con la presenza di artisti e progetti musicali di valore, una serie di appuntamenti in cui si alternano vari linguaggi, dal jazz al pop, dal rock alla musica tradizionale.

A confermare l’attenzione del mondo musicale, la presenza di artisti di fama internazionale che si esibiranno nella nuova edizione: tra gli altri, Elio (in un inedito dedicato a un’avventura tutta ghiacciata), Bandabardò, Lorenzo Frizzera (chitarrista considerato tra i migliori talenti della scena musicale italiana).

“Tanto entusiasmo mi fa piacere ma non mi stupisce” spiega Tim Linhart, l’artista statunitense che costruirà materialmente l’igloo e tutti gli strumenti musicali. “Salire sul ghiacciaio Presena di notte è già di per sé avventuroso. Entrare poi in una sala concerto ricavata dentro un igloo è come entrare in una discoteca in paradiso. L’orchestra di ghiaccio e le mura scintillano e risplendono, immergendo in un’atmosfera onirica”.

L’EQ Ice Dome (tenuto quest’anno a battesimo da EQ il marchio 100% elettrico di Mercedes-Benz) sarà raggiungibile con la cabinovia Paradiso direttamente dal Passo Tonale: i biglietti per impianti e spettacoli si possono acquistare online o alla biglietteria a valle della cabinovia.

 

“Questo festival non ha eguali in Europa” spiega Michele Bertolini, consigliere delegato del Consorzio Pontedilegno-Tonale che organizza il festival insieme all’APT della Val di Sole, a Trentino Marketing e a Mercedes-Benz Italia. “È un’ulteriore offerta in più che rivolgiamo agli ospiti che sceglieranno il nostro comprensorio per le loro settimane bianche. Un’opera d’arte poliedrica che ha già dimostrato di saper arricchire il panorama già impareggiabile del Ghiacciaio Presena, con la sua vista su Adamello, sulle Dolomiti di Brenta e sul gruppo Ortles-Cevedale”.

Ma non di sole note vivrà l’Ice Music Festival 2020. “La novità di questa edizione è che la musica non sarà la sola arte ad essere accolta sul Presena” spiega Fabio Sacco, direttore dell’APT della Val di Sole.

La novità di quest’anno saranno gli eventi domenicali di ICE THEATRE con “La fantastica avventura di un cuore di ghiaccio”, una favola per grandi e piccini in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento (MUSE), musicata dal vivo con gli strumenti di ghiaccio per illustrare in modo originale le conseguenze dei cambiamenti climatici sul territorio alpino. Sempre la domenica, durante il Carnevale, l’ICE PUPPETS SHOW, spettacolo in prima mondiale delle marionette di ghiaccio azionate dal puparo siciliano Mimmo Cuticchio, uno dei maggiori interpreti viventi.

Inoltre, nel percorso tra l’arrivo della cabinovia e l’EQ Ice Dome saranno collocate delle statue di ghiaccio realizzate dall’artista Ivan Mariotti. Infine, sono in programma quattro cene gourmet con alcuni degli chef più quotati della Val di Sole e della Valle Camonica, realizzate con i prodotti di eccellenza del territorio. Ma, per chi vorrà provare un’esperienza ancora più completa, nelle vicinanze del teatro saranno costruiti anche tre ulteriori igloo: all’interno saranno ricavate altrettante stanze da letto. “Vogliamo in questo modo consolidare un interesse che ha già reso l’Ice Music Festival un vero e proprio asset dell’offerta turistica dei nostri territori” conclude Sacco.

CARTELLA STAMPA INTEGRALE: https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZllFmkZBjwcUhNw7EXQhTq3c7fRbjfrJEKX

COMUNICATO STAMPA: ufficiale seconda edizione Ice Music Festival:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZcIFmkZOmQGuVnDxxQj8sFPe5FUzJ702Vsy

PROGRAMMA: https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZ8vFmkZXcd8uIDWfj8KbDxcXctaQ5qwzICy

ARCHIVIO FOTO prima edizione:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZltOYkZIPYl8opImn408MFxXGyjIJUxyVty

ARCHIVIO COPERTURE CONCERTI prima edizione: https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZjNvYkZtXjuT6ODgkfeDp1sFSSFcVz7LYNk

INTERVISTE CONFERENZA STAMPA 29.11.2019, Milano:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=XZsjLmkZrBl5emf4m8u9caoWi1FpIQriuX0V

Sottopancia in ordine di apparizione in video:

Fabio Sacco, direttore Apt Val di Sole

Michele Bertolini, consigliere delegato Consorzio Pontedilegno-Tonale

Corrado Bungaro, direttore artistico Ice Music Festival

FOTO CONFERENZA STAMPA:

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZarRmkZcltPusdukbVOrbVPVb0awkfU8FSy

  • CARTELLA STAMPA INTEGRALE INVERNO PONTEDILEGNO-TONALE

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZROFmkZ4cBHgpAPGkhIbFyTg2TUk0buWbUX

  • CARTELLA STAMPA INTEGRALE INVERNO VAL DI SOLE

https://my.pcloud.com/publink/show?code=kZuavYkZRmI45qiCluFKztJfprf4BRmDrOlk  

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

1-12-2019